Certosa di Pavia

MEC, il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia

Le eccellenze a filiera corta in degustazione e vendita

2018 a tutto MEC: ricomincia il Mercatino Enogastronomico della Certosa e con lui tornano tutte le delizie del territorio.

 

Ritornano gli appuntamenti con le eccellenze enogastronomiche del triangolo del gusto steso tra le province di Pavia, Alessandria e Piacenza: altissima qualità, prodotti che sono un inno alla dieta mediterranea. Elementi fondanti del mercatino posto davanti al suggestivo, stupendo complesso abbaziale della Certosa di Pavia, gioiello dell’architettura monastica lombarda, Chartres della bassa padana.

 

Questo il calendario del 2018:

 

  • 18 Marzo
  • 1 (Pasqua) e 2 (Lunedì di Pasqua), 15, 25, 29 Aprile
  • 1 – 6 – 20 Maggio
  • 3 Giugno
  • 1 Luglio
  • 26 Agosto
  • 2 – 19 Settembre
  • 7 Ottobre
  • 4 Novembre
  • Data di Dicembre in via di definizione 

 

Nella vetrina del MEC il meglio del meglio della produzione agricola del Pavese, dell’Oltrepo, della Lomellina e del vicino Monferrato. Farmers’ market a filiera corta e garantita che dà la possibilità ai consumatori di conoscere il meglio di questa zona vocata. Un variegato catalogo di tipicità ed eccellenze a filiera corta tra cui vini dei colli dell’Oltrepo, le pluripremiate Offelle di Parona, la pregiata produzione lomellina del salame d’oca di Mortara IGP, salame di Varzi, pane, croccanti di mandorla e nocciole fatti al momento. Un paniere ricco quello del MEC, da acquolina in bocca, in occasione del quale sarà possibile assaggiare e acquistare il meglio della produzione agroalimentare lombarda con qualche incursione monferrina. In caso di maltempo la manifestazione verrà annullata.

 

Dichiarata monumento nazionale italiano nel 1866 diventando così proprietà del Regno d’Italia, la Certosa di Pavia fu eretta a partire dal 1396 per volere di Gian Galeazzo Visconti come sacello funebre della famiglia; il monastero fu ultimato nel 1452 e la chiesa nel 1473. La facciata venne realizzata successivamente dai fratelli Mantegazza e da Giovanni Antonio Amadeo (la parte inferiore) e da Lombardo nel XVI secolo (la parte superiore).

 

 

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare